Home
I nostri servizi
Occasioni in corso
News
Chi siamo
Link
Contattaci
 
 
 

Aste Esattoriali

Aste esattoriali

Sempre più si parla di aste esattoriali e sulla cronaca leggiamo spesso di Equitalia.

Ma cosa sono le aste esattoriali immobiliari?

Le Aste esattoriali immobiliari sono la vendita forzosa di fabbricati e/o terreni di proprietà di persone che hanno debiti verso lo Stato o verso Enti Previdenziali, fatte in base alla procedura prevista dal DPR 602/73 art. 74 e seguenti.

Le aste esattoriali sono tenute direttamente nei locali degli Agenti di riscossione e si avvalgono della collaborazione degli Istituti Vendite Giudiziarie delle diverse città come custodi.

Non viene prodotta nessuna perizia di quanto va all’asta.

Nel primo avviso d’asta di solito sono già definiti tre eventuali date d’asta, con prezzi di base e rilanci minimi richiesti.

Eventualmente è possibile avere avvisi successivi riportanti una quarta data.

I beni sono trasferiti con decreto del Giudice e a nome del Tribunale di riferimento.

Tra la gara di aggiudicazione e il saldo prezzo passano solo trenta giorni.

 

Informazioni su Equitalia e come opera


Nel passato in Italia il servizio di riscossione dei tributi e contributi è stato svolto da circa quaranta società ed istituti bancari diversi.

Dal 1 ottobre 2006 per legge la riscossione è gestita solo da realtà pubbliche.

Equitalia ha il capitale posseduto dall’Agenzia delle Entrate per il 51% e dall’Inps per il 49%.

Equitalia è un gruppo composto dalla holding Equitalia SpA che controlla Equitalia Giustizia, Equitalia Servizi e i tredici Agenti della riscossione presenti sul territorio nazionale.

Dal il 1 gennaio 2012 la gestione operativa prevede 3 Agenti di riscossione:
  • Nord
  • Equitalia Centro
  • Equitalia Sud
Obbiettivi di Equitalia sono:

    Gestione concertata con Agenzia Entrate per massimizzare la riscossione;
    Unificare le procedure in tutta Italia per la riscossione coattiva;
    Sviluppo di un effetto deterrente all’evasione.

 Con riscossione coattiva  intendiamo l'azione di recupero forzoso di un debito iscritto a ruolo.

Dopo l’invio della cartella esattoriale e di solleciti, in mancanza di pagamento bonario o di una sospensione da parte dell’Ente creditore, bisogna recuperare le somme a ruolo.

L'Agente della riscossione può:
  • iscrivere ipoteca sui beni immobili del debitore e dei suoi co-obbligati;
  • iscrivere fermo amministrativo dei beni mobili registrati (es. autovetture);
  • procedere all’espropriazione forzata (pignoramento) dei beni immobili, dei beni mobili e dei crediti presso terzi (es. stipendi);
  • effettuare ogni altra azione esecutiva, cautelare o conservativa che l’ordinamento attribuisce in genere al creditore.
Con l’entrata in vigore della legge 106/ 2011, sono stati introdotte modifiche nella comunicazione al contribuente. A  partire dal 13 luglio 2011:
  • prima di iscrivere ipoteca, l’Agente della riscossione manda al proprietario dell’immobile l’avviso che procede all’iscrizione d’ipoteca se entro 30 giorni non avviene il pagamento dovuto.
  • per i debiti fino a 2 mila euro le misure cautelari ed esecutive partono solo dopo l’invio di due solleciti di pagamento, di cui il secondo a distanza di almeno sei mesi dal primo.

Pignoramento immobiliare

Dopo l'ipoteca, nel caso in cui il contribuente non paghi, Equitalia pignora gli immobili.

In base  sempre alla dalla legge 106/2011 dal 13 luglio 2011 il pignoramento è fatto a partire da importi minimi.

Tale importo è calcolato sulla base del valore catastale dell’immobile e tenendo conto delle ipoteche. Non si procede al pignoramento se è inferiore a :
  • 20 mila euro, qualora le somme indicate in cartella siano contestate in giudizio o siano ancora contestabili e l’immobile del debitore costituisca abitazione principale;
  • 8 mila euro negli altri casi.
Pignoramento mobiliare

L'Agente della riscossione può pignorare beni mobili di proprietà presso l'abitazione o nei locali dove il debitore svolge l'attività professionale, commerciale o artigianale.

I beni mobili, in caso di mancato pagamento, sono in seguito messi all'asta.

Per debiti fino a 2 mila euro, in base alle ultime disposizioni legislative,a partire dal 13 luglio 2011 l’applicazione delle misure esecutive è preceduta dall’invio per posta ordinaria di due solleciti di pagamento, di cui il secondo a distanza di almeno sei mesi dal primo.

Aste Demaniali
L'Agenzia del Demanio, nel corso del prossimo triennio, tra le varie offerte immobiliari, proporrà sul mercato, in nome e per conto dello Stato Italiano, alcuni dei beni che negli ultimi anni sono stati oggetto di percorsi di valorizzazione........

Aste Giudiziarie
L'asta giudiziaria immobiliare è l'attività processuale con cui il Giudice dell'Esecuzione dispone la vendita forzata di beni immobili o diritti reali immobiliari di proprietà di un esecutato o di un fallito.
Le aste giudiziarie, previste dalla legge, con la vendita forzata soddisfano i creditori nel processo esecutivo....................

Alle aste possono partecipare tutti tranne il debitore o il fallito, i delegati del tribunale e i custodi.

I periti del Tribunale valutano gli immobili in modo neutro identificando tutte le caratteristiche e ne redigono una perizia, che deve essere valutata.

Il saldo del prezzo e degli oneri fiscali di norma avviene entro 60 giorni.

Saldo e stralcio
In questi anni si sente spesso parlare di Saldo e stralcio, molte volte in ambiti diversi.
Nel campo immobiliare ed in presenza di pignoramenti e/o ipoteche tale tecnica serve per chiudere la procedura esecutiva, evitando di finire all’asta.
Attraverso una trattativa si crea una soluzione che soddisfi ..............................
 
FastLink:
Occasioni in corso  
Green Investments Srl - P.I. 05904020962 - R.E.A. MI1857371   -   Termini e condizioni
Powered by FlashBit